Progetto “Caregivers: per la disabilità e l’invecchiamento attivi”

Con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Bologna e Ravenna, l’Associazione Nuovamente APS ha realizzato il progetto “Caregivers: per la disabilità e l’invecchiamento attivi’ nei mesi di Ottobre e Novembre 2020. Il percorso progettuale si è fondato su laboratori creativo-espressivi dove ai giovani si è proposto di trasformarsi in comunicatori di messaggi di sensibilizzazione nel merito dell’anzianità e della disabilità. Inoltre si è anche perseguito l’obiettivo di un miglioramento socio-sanitario, dando ai giovani cittadini delle classi coinvolte le informazioni per divenire cittadini consapevoli dei diritti e dei doveri e dell’utilità dei percorsi di invecchiamento attivo per contrastare i fenomeni di cronicità.

L’Associazione Nuovamente APS nel 2019 elaborò un progetto simile, vincendo un concorso di idee promosso dall’Ausl di Bologna. Quest’ anno la problematica situazione d’emergenza mondiale ha creato non pochi problemi alla realizzazione dei progetti, i quali dovevano partire a marzo ma, con la chiusura delle scuole fino alla fine dell’anno scolastico 2019-2020, sono stati rinviati all’inizio di questo anno scolastico. Anche qui però abbiamo dovuto confrontarci con le modifiche di gestione dei laboratori stessi, in quanto abbiamo dovuto adeguarci alle disposizioni anti-pandemiche per cui, in accordo con le scuole, abbiamo adottato diversi tipi di intervento: in presenza per le scuole medie inferiori, online tramite LIM o da casa per le scuole medie superiori.

Nel complesso, sono stati realizzati 12 laboratori, di cui 3 in presenza, 1 in modalità mista con gli studenti da casa e noi a scuola, e 8 online presso la nostra postazione in via dello Scalo 21/3. I laboratori hanno coinvolto 218 destinatari diretti, oltre genitori e nonni degli studenti delle scuole: 3A e classe satellite della scuola media G. Marconi nel comune di Casalecchio; 2B e 2D della scuola media Salvo D’acquisto nel quartiere Navile; 2F e 3F della scuola media Rolandino De’ Passeggeri nel quartiere S. Stefano; 3B e 2B della Scuola Media Irnerio nel quartiere San Vitale- San Donato; 5F e 5N della scuola superiore Laura Bassi nel quartiere Porto- Saragozza; 1AOM e 1BMA della scuola superiore Aldini-Valeriani nel quartiere Navile. Inoltre sono state coinvolte le istituzioni pubbliche (quartieri e comuni) dei territori dove le scuole sono ubicate, e ai responsabili del settore politiche scolastiche e del settore politiche sociali, oltre che ai presidenti dei quartieri e ai sindaci, sono state inviate le relazioni dei laboratori tenuti.

I laboratori sono stati gestiti da professionisti, psicologi, arte-terapeuti e operatori universitari laureati alle triennali delle Scuole di Lettere, di Lingue, di Scienze dell’Educazione e di Scienze della Comunicazione. Gli psicologi, utilizzando la tecnica del brainstorming, hanno stimolato la riflessione dei ragazzi sulla natura dell’invecchiamento attivo e nel loro ruolo come cittadini attivi. I temi trattati dunque abbracciano i campi della disabilità, solidarietà sociale (art. 2 della Costituzione) e l’uguaglianza formale e sostanziale (art. 3 della Costituzione). Infine l’arte-terapeuta, con l’ausilio di materiale audio-visivo ha mostrato agli studenti come realizzare un messaggio comunicativo con slogan e ambientazione sui temi oggetto del progetto.

 

 

 

English version

With support from Fondazione Banca del Monte of Bologna and Ravenna, Associazione Nuovamente APS has realized the project “Caregivers: per la disabilità e invecchiamento attivi” (“Caregivers: for an active disability and aging”) in October and November 2020. The design is based on creative-expressive workshops, in which young students has been educated as communicators of raising awareness seniority problems and disability. Besides, we have also achieved a social-healthcare improvement by supplying young people of the schools involved the right tools in order to become citizens aware of their rights and duties, but also aware of their huge role in the process of aging in order to fight and avoid chronic issues.

Associazione Nuovamente APS won in 2017 the ideas competition promoted by Ausl of Bologna. The epidemic during this year has caused us a lot of management problems- our workshops were supposed to be on March, but we had to postpone them. Indeed, schools have remained closed for the rest of the academic year 2019-2020. As a consequence, we had them at the beginning of the new academic year. But also in this case we have faced issues like management changes or adapting new methods according to anti-epidemic guidelines- in presence with classes of lower middle school and online with classes of upper middle school.

We have realized 12 workshops in total: 3 in presence, 1 in a mixed mode, with the students at home and us at school, 8 online at our centre in via dello Scalo 21/3. The workshops have directly involved 218 students, in addition to the parents and the grandparents of the students: 3A and satellite classroom of the middle school “G. Marconi” in Casalecchio.; 2B e 2D of Salvo D’Acquisto’s Middle School in the Navile neighbourhood; 2F e 3F od Rolandino De’Passeeggeri Middle School in S. Stefano neighbourhood; 3B e 2B of Irnerio’s Middle School in San Vitale neighbourhood; 5F and 5N of Laura Bassi High School in Porto-Saragozza neighbourhood; 1AOM and 1BMA of Aldini-Valeriani High School in Navile neighbourhood. The public institutions, such as neighbourhoods and municipalities, where the schools are, the responsible of school policy and social policy areas have also been involved. Besides that, we have sent the reports of the workshops to the presidents of the neighbourhood and the mayors.

The workshops have been handled by experts, psychologists, art-therapists and the university’s operators graduated at the Schools of Literature, Languages, Educational Science and Communication Science. The psychologists, by using the brainstorming’s method, have brought the students to a reflexion about the nature of the active ageing and their role as active citizens. The themes treated covered the fields of disability, social solidarity (art. 2 of the Italian Costitution) and formal and substantial equality (art.3 of the Italian Costitution). At the end, the art-therapist with the help of videos has shown to the students how to realize a communicative message with a slog and a setting about the themes of the project.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *